Edizioni Sinestesie

Associazione Culturale Internazionale



Dario Tomasello

Il futurismo letterario

“L’avanguardia è storica”, soleva dire Carmelo Bene, sottintendendo la contraddizione profonda esistente tra le istanze rivoluzionarie e l’evidenza, talora desolante, degli esiti da essa raggiunti. Nel momento in cui, assecondando coerentemente la nozione che incarna, l’avanguardia proietta se stessa al di là dei limiti imposti dal proprio tempo, cade miseramente nella storia, nel già detto, nel museo.
È quello che paradossalmente accade al Futurismo. Anche per questa ragione, la necessità di un sondaggio rinnovato delle specificità letterarie (tecnico-stilistiche) della compagine marinettiana sembra riproporsi, ancora una volta, intatta alla nostra attenzione.

________________________ Il futurismo letterario. Storia e geografia dell'avanguardia italiana ________________________ Il futurismo letterario. Storia e geografia dell'avanguardia italiana _________________________ Il futurismo letterario. Storia e geografia dell'avanguardia italiana ________________________ Il futurismo letterario. Storia e geografia dell'avanguardia italiana " class="btn-large btn btn-block" title="Sfoglia il libro">   Leggi online Open

Info libro

Collana:
ISBN: 978-88-99541-00-2
Pagine: 128
Misure: 15 x 21 cm
Prima edizione: 2015-12-01
Formati ebook: PDF

Autore

Dario Tomasello insegna Letteratura Italiana contemporanea e Drammaturgia presso l’Università degli Studi di Messina.

È Coordinatore scientifico del Centro Internazionale di Studi sulla Performatività delle Arti (UNIVERSITEATRALI) dell’Università degli Studi di Messina. Dirige, con Massimo Fusillo, la collana di studi sulla Performatività delle Arti, AlterAzioni, per la casa editrice Le Lettere. Dirige la collana di drammaturgia italiana contemporanea, Faretesto, per la casa editrice Editoria & Spettacolo. Gli ultimi volumi pubblicati sono: Ma cos’è questa crisi. Letteratura e cinema nell’Italia del malessere (Bologna, Il Mulino, 2013); Eduardo e Pirandello. Una questione “familiare” nella drammaturgia italiana (Roma, Carocci, 2014).


Nella stessa collana