Edizioni Sinestesie

Associazione Culturale Internazionale



Renato Aymone

Giovanni Pascoli, a un secolo dalla sua scomparsa

La presente miscellanea nasce in occasione del centenario della morte di Giovanni Pascoli, non certo come pretesto, in ossequio a un consueto costume celebrativo legato al compimento dei secoli, ma perché Pascoli, a dirla tutta, e alquanto in epitome, oggettivamente è l’ultimo sommo poeta della nostra letteratura, su cui si scrive tuttora e ampiamente e si scriverà. I saggi in essa compresa spaziano dal commento di alcune liriche e prose alla riflessione sull’estetismo pascoliano, alla trattazione di questioni più prettamente filologiche, inerenti agli autografi e agli abbozzi di alcuni testi poetici. Altri interventi riguardano particolari momenti di vita pascoliani, un fascio di lettere alle sorelle, gli pseudonimi assunti dal poeta, le impressioni paesisitiche, la coppia di Rosa e Viola, la metrica dei Canti di Castelvecchio, il tema dell’esilio, il simbolismo cosmico, Slataper giovane lettore del poeta; e, ancora, i Conviviali in genere ed altresì l’esegesi di alcuni versi di Solon e di Gog e Magog, l’immortalità dell’anima, il mito di Prometeo, il diffuso feticismo degli oggetti, il rapporto con i classici, le riflessioni del poeta sull’insegnamento letterario.

_________________________ Tondelli e gli anni Ottanta. Rilettura di un decennio attraverso il suo cantore predestinato ________________________ Giovanni Pascoli, a un secolo dalla sua scomparsa _________________________ Giovanni Pascoli, a un secolo dalla sua scomparsa " class="btn-large btn btn-block" title="Sfoglia il libro">   Leggi online Open

Info libro

Collana:
ISBN: 978-88-98169-19-1
Pagine: 504
Misure: 15 x 21 cm
Prima edizione: 2013-02-04
Formati ebook: PDF

Autore

Professore ordinario di Letteratura italiana contemporanea presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Salerno. Oltre a volumi su Saba, Vittorini, Landolfi, bodini, Sinisgalli e i poeti ermetici meridionali, ha pubblicato numerosi saggi sulla poesia italiana del Novecento. Di Sinisgalli ha curato tra l’altro un’edizione commentata di Vidi le Muse e la riedizione di vari scritti.

Tra i lavori pascoliani si segnalano Fioralisi e rosolacci. Letture di Myricae (Edisud, 1992), Il bruco e la bella (Avagliano, 1999), un commento dei Nuovi Poemetti (Mondadori, 2003), Pensieri e cose varie, corredato da un ampio apparato di note (con A. Apostolico, Edisud, 2011) e vari contributi in riviste e miscellanee.


Nella stessa collana