Katia Trifirò

Katia Trifirò (1983) collabora con l’Università di Messina, dove ha insegnato Drammaturgia, Scrittura Scenica, Teoria e Tecniche dell’Attore. Ha lavorato all’intera opera edita e inedita di Beniamino Joppolo, oggetto di studio in svariati saggi e nel volume monografico Dal Futurismo all’assurdo. L’arte totale di Beniamino Joppolo (Le Lettere, 2012). I suoi interessi scientifici comprendono prevalentemente la drammaturgia italiana contemporanea, i Performance Studies, i rapporti tra letteratura, teatro e cinema. Tra gli autori di cui si è occupata ci sono D’Annunzio, Pirandello, Svevo, Buzzati, Wilcock. Fa parte del comitato di direzione della rivista «Mantichora», periodico del Centro internazionale di Studi sulle Arti Performative “UniversiTeatrali” dell’Università di Messina.


Pubblicato da Edizioni Sinestesie

Katia Trifirò

DELL’UOMO E DI ALTRI MOSTRI. LA DRAMMATURGIA DI JUAN RODOLFO WILCOCK

Esule letterario, intellettuale cosmopolita dalle identità culturali multiple, lo scrittore italo-argentino Juan Rodolfo Wilcock (Buenos Aires, 17 aprile 1919 – Lubriano, 16 marzo 1978) si dedica alla drammaturgia con lo stesso vigore iconoclasta riservato al resto della sua multiforme produzione e volto a disinnescare, attraverso le armi dell’irrisione grottesca e del ribaltamento fantastico del reale, […]