Valeria Merola

Valeria Merola è ricercatrice di Letteratura italiana presso l’Università di Macerata, dove insegna. I suoi principali interessi riguardano la scrittura per il teatro e il tema morale nella letteratura. Ha rivolto la sua attenzione in particolare a Emanuele Tesauro (La messinscena delle idee, Emanuele Tesauro e il «teatro di maraviglie» Vecchiarelli 2008 e La morale allo specchio. Retorica e letteratura secentesca, Aracne 2012) e poi alla drammaturgia settecentesca (Paradigmi edipici. Letture teatrali settecentesche, Settecittà 2009). Recentemente ha scritto saggi anche su Jacopo Cicognini, Vittorio Alfieri, Luigi Pirandello, Federigo Tozzi, Natalia Ginzburg, la drammaturgia italiana contemporanea e curato l’edizione del Teatro di Bruno Cicognani.


Pubblicato da Edizioni Sinestesie

Valeria Merola

La scacchiera. Sul teatro di Alberto Moravia

Anziché fornire un quadro complessivo del teatro di Alberto Moravia, il libro privilegia la sua insistita rivendicazione della natura squisitamente letteraria della propria produzione drammaturgica. In questo modo, anche la precoce individuazione moraviana delle specificità della comunicazione teatrale, attribuita a una diversa disponibilità da parte del pubblico, prepara la posizione particolarmente significativa che le viene […]